La Tav e il ruolo del politico

Prendo spunto dalle difficoltà del governo sulla questione Tav per una riflessione sul ruolo del politico. Il M5s commette un grave errore quando pensa di risolvere lo stallo del governo con una relazione costi-benefici dell’opera. Un’analisi del genere, per quanto dettagliata, deve essere un punto di partenza e non di arrivo per l’azione politica. Checché se…

C’è chi può e chi non può

In riferimento all’articolo I sovranisti e la lettera scarlatta è necessario fare una precisazione. Non starò a ripetere quello che ho già scritto, mi limito solo ad evidenziare un particolare. Nella perfetta e lucida analisi di Aldo Cazzullo sul Corriere della sera, c’è il riconoscimento della situazione reale dell’euro e degli squilibri che ha portato…

Prove generali di democrazia

Dopo tanti anni di governi eterodiretti, per la prima volta torniamo a intravedere un germe di democrazia. Ormai siamo abituati e rassegnati all’inutilità del voto, come in Inghilterra con la Brexit così da noi nei vari referendum e nelle elezioni politiche. In questi anni è stato applicato alla perfezione il famoso proverbio: “cambiano i suonatori…

Il grande bluff

Finalmente, dopo tanto sono lieto di poter scrivere qualcosa di positivo nei confronti dei nostri politici. Bisogna dare atto a Salvini e Di Maio che con il varo della Nota di aggiornamento al Def hanno dimostrato coraggio, osando quello che fino a oggi nessuno ha avuto il coraggio di fare: mettere seriamente in discussione gli…